“Quando la tempesta sarà finita, probabilmente non saprai neanche tu come hai fatto ad attraversarla e uscirne vivo. Anzi, non sarai neanche sicuro se sia finita per davvero. Ma su un punto non c'è dubbio. Ed è che tu, uscito da quel vento, non sarai lo stesso che vi è entrato”

Haruki Murakami

Interviste

Extra La locanda delle chiacchiere

«Il viaggio s’arresta in una locanda: scoppietta la fiamma, una musica dice il suo tono, il bisbiglio di voci vi domina legando i tavoli ai tavoli, gli uomini agli uomini. È qui che i racconti s’incontrano».

Lunedì, 11 Luglio 2016 00:00

ART 3.0: AutoRiTratto di Marco Amore

Scritto da

Marco Amore è un uomo pragmatico. Il 2015 è stato un anno importate, ha compiuto quarant'anni ed ha compreso che era il momento di fare tutte le cose che non si potevano più rimandare. Così su tela ha dipinto Questo non sono io pensando che la giovinezza era conclusa e iniziava inesorabilmente la seconda fase della vita.

Lunedì, 13 Giugno 2016 00:00

ART 3.0: AutoRiTratto di Elena Calabresi

Scritto da

Elena Calabresi è nata a Cagliari. Nutre una grande passione per tutto ciò che è creativo e, in particolar modo, per il disegno e la pittura. Fin da piccola amava disegnare prima con i pastelli e gli acquerelli, immersa in un mondo tutto suo senza percepire altre sensazioni se non una grande serenità ed un grande benessere: emozioni che mi confida provare ancora oggi, ogni volta che usa i colori.

Ho un vivido ricordo della prima volta che vidi uno spettacolo di Spiro Scimone e Francesco Sframeli. Dai primi cinque minuti ero – eravamo tutti – completamente immersi, calati in una bolla spazio/temporale, sospesi in una dimensione surreale e magnetica in cui ogni parola, ogni piccolo gesto, pausa, sguardo, piegatura nella voce era carica di senso e, allo stesso tempo, di una leggerezza soave, quasi eterea.

Lunedì, 30 Maggio 2016 00:00

ART 3.0: AutoRiTratto di Paul Rooms

Scritto da

Due parti di sangue fiammingo − preferibilmente quello di Bosch ma va benissimo anche quello di Gijsbrechts − una parte di sangue austriaco nel senso di austroungarico e una parte di sangue italiano, del genere Marco Polo: agitare bene, al di là dell’Atlantico ed ecco Paul Rooms euro-americano trapiantato poi giovanissimo a Firenze dove compie tutti gli studi.

Lunedì, 16 Maggio 2016 00:00

ART 3.0: AutoRiTratto di Cristina Seravalli

Scritto da

Dal 1996 Cristina Seravalli ha lavorato come animatrice, sceneggiatrice e direttore artistico. Nel 1998 ha fondato, insieme ad altri soci, la casa di produzione Stranemani, da cui è uscita nel 2007. Dal 2008 si è dedicata alla produzione artistica personale. Nel 2009 ha iniziato a studiare affresco con il maestro Vico Calabrò. Per vivere gestisce un Art Hotel nel centro di Firenze.

Lunedì, 02 Maggio 2016 00:00

Art 3.0: AutoRiTratto di Paolo Balboni

Scritto da

Paolo Balboni, fotografo autodidatta, da qualche anno entra timidamente nel panorama della giovane arte contemporanea, grazie ad una serie di esposizioni in Italia e nel mondo.
La sua attività artistica inizia per gioco. Macchina fotografica in spalla e tanta voglia di conoscenza lo spingono a superare i confini della sua amatissima “Bassa Emiliana”. Dopo i primi scatti, fatti di nebbia, paesaggi in trasparenza e colori rossastri di un’architettura tipica del bolognese, viaggia, infatti, in tutto il mondo, in Africa, a Cuba, in Sudamerica, in India, in Palestina e in tutta Europa. Per lui, ciascuno di questi luoghi ha qualcosa da raccontare. Lo sguardo di un passante, uno squarcio di porta dalla vernice grattata, un angolo di luce, un muro che parla di storie politiche o di intrighi amorosi.

Lunedì, 18 Aprile 2016 00:00

ART 3.0: AutoRiTratto di Giovanna Casotto

Scritto da

Quante disegnatrici di fumetti erotici vi vengono in mente se vi fermate a pensarci? Nessuna, avrei risposto io fino a gennaio dello scorso anno, poi ho scoperto Giovanna Casotto. L'ho contattata, ma l'intervista non sembrava realizzabile. Lei rispondeva ai messaggi con naturale gentilezza, ma non aveva tempo, non era il momento giusto, non poteva dedicarsi alle domande. Poi, come a volte accade, forse una congiuntura astrale favorevole o forse la mia tenacia, si è aperto uno spiraglino nella palizzata che ci divideva e da lì ho fatto filtrare il foglietto con le tredici domande. La sensazione che si ha guardando le sue tavole, i suoi acquerelli e le sue foto è quella di una donna libera, fuori dagli abituali schemi, una donna che gioca. Per i suoi disegni usa la fotografia e mostra una particolare attenzione per alcune parti del corpo. Nel rispondere alla tredicesima domanda decide di ribaltare i ruoli, annidando un'intervista già pubblicata in questa intervista.

Lunedì, 04 Aprile 2016 00:00

Art 3.0: AutoRiTratto di Liza Atzori

Scritto da

Artista, pittrice, restauratrice, insegnante di pittura e disegno in una scuola di Roma che si rivolge a studenti russi. Nasce a Mosca da una famiglia di artisti, pittori e architetti. Ha allestito molte mostre personali sia in Italia che in Russia. Le sue opere sono all'insegna del colore che, attraverso piccoli dettagli, catalizza l'attenzione dell'osservatore.
Diplomata alla Scuola d'Arte Repina, oltre che nella pittura si specializza nell'arte della ceramica e della scultura, realizza arazzi e pirografie.
Affina le sue tecniche a Mosca presso lo Studio di Animazione Cinematografico Classica lavorando poi nello studio Pilota.

Mercoledì, 30 Marzo 2016 00:00

Conversazione con Alberto Canestro

Scritto da

Dopo il successo delle due serate al Teatro Cantiere Florida di Firenze – rispettivamente il 5 marzo per il Forum Donne AVIS Toscana e il 6 marzo per la Festa della Donna nella Domenica Metropolitana del Comune di Firenze – la Callas del coreografo Alberto Canestro e della sua Lyric Dance Company si appresta a calcare i palcoscenici estivi per portare la storia del più grande soprano di tutti i tempi al pubblico della danza.

Pagina 3 di 12

Sostieni


Facebook