“Quando tutto manca, quando tutto ci delude, quando tutto appare come una disfatta irreparabile, forse una sola cosa mi resta sempre: 'a voce. È questa, per me, il piccolo scoglio su cui mi ritiro davanti alla visione di perigliose acque da cui sono scampato”.

Enzo Moscato

Arte L'officina delle arti

Guida alla modernità della pittura di Masaccio

Tommaso di ser Giovanni Cassai, detto Masaccio, nato nel 1401 a Castel San Giovanni, l’attuale San Giovanni Valdarno nell’aretino, può essere considerato colui che in pittura apre ...

LEGGI TUTTO

Teatro La ribalta di legno

Edipo, mendicante in cerca di umanità

Per la prima volta a Pompei, a Rimas Tuminas, regista lituano direttore del teatro Vakhtangov di Mosca, va l’onore e l’onere di accogliere e proseguire l’eredità ‘napoletana’ del c...

LEGGI TUTTO

Letteratura La bottega dei libri

Spagna, vuoto a rendere

Diceva Montesquieu che la Spagna ha fatto enormi scoperte nel nuovo mondo, ma ci sono intere zone di se stessa che le restano ancora sconosciute. La frase, insieme ad altre citazio...

LEGGI TUTTO

Cinema La sala delle immagini

Jean Vigo, l’immortale

Scrive Denis Brotto nel suo volume Jean Vigo. Opera completa (Mimesis, 2018) che il grande regista francese “ha saputo incarnare, interpretare ed esprimere come pochi altri una con...

LEGGI TUTTO

Musica La camera dei suoni

L’epoca del “gez”. Jazz e fascismo

Le difficoltà incontrate dalla musica jazz in Italia sono note: osteggiata sin da subito dal fascismo, ha poi dovuto fare i conti nel dopoguerra sia con il “conservatorismo cattoli...

LEGGI TUTTO

Extra La locanda delle chiacchiere

Ricordando Sergio Endrigo

I Mille cose. Troppe cose assediano i felici, senza lasciare loro il tempo di accorgersi che sono così felici. ...

LEGGI TUTTO

Sostieni


Facebook