“La vita come deve si perpetua, dirama in mille rivoli. La madre spezza il pane tra i piccoli, alimenta il fuoco; la giornata scorre piena o uggiosa, arriva un forestiero, parte, cade neve, rischiara o un’acquerugiola di fine inverno soffoca le tinte, impregna scarpe e abiti, fa notte. È poco, d’altro non vi sono segni”

Mario Luzi

Arte L'officina delle arti

Poesia di un giorno tra amabili rovine

Fa un certo effetto sentire le suole delle proprie scarpe che aderiscono a pavimenti ricoperti di colpo un giorno tragico e lontano, in attimi perduti nella storia del tempo; i des...

LEGGI TUTTO

Teatro La ribalta di legno

Fondamenti del Teatro: il doppio ricordo di un critico

(un ricordo)I legami d’affetto e di stima per Roberto De Monticelli probabilmente non daranno un tono obiettivo alle mie parole. Non mi interessa esserlo. ...

LEGGI TUTTO

Letteratura La bottega dei libri

Tre poesie di Stefania Virgili

In questo testo intendo presentare tre liriche di Stefania Virgili, che sono pubblicate in alcune scelte antologiche. L'autrice scrive poesie da molti decenni mettendo in gioco un'...

LEGGI TUTTO

Cinema La sala delle immagini

Guida pratica al mondo-cinema di David Lynch

Lo stratificato e denso universo onirico di David Lynch ha un suo nucleo centrale cristallizzato nell’etere: Twin Peaks. Quel luogo divorato dall’interno di una dimensione, qual è ...

LEGGI TUTTO

Musica La camera dei suoni

“Skinty Fia”: la maturità compositiva dei Fontaines D.C.

Il terzo album è generalmente quello della prova della maturità compositiva. Il puntello da suggellare tutte i tentativi di successo. La prova decisiva di una band che nel panorama...

LEGGI TUTTO

Extra La locanda delle chiacchiere

Lettera dalla primavera

Lettera dalla primaveraSpero che tu faccia la propria partedi petalo con il fiore. ...

LEGGI TUTTO

Sostieni


Facebook