“Sì, dimenticheranno. È il nostro destino, non ci si può fare nulla. Ciò che a noi sembra serio, significativo, molto importante, col passare del tempo sarà dimenticato o sembrerà irrilevante. Ed è curioso che noi oggi non possiamo assolutamente sapere che cosa domani sarà ritenuto sublime, importante e cosa meschino, ridicolo. E la nostra vita, che oggi viviamo con tanta naturalezza, apparirà col tempo strana e scomoda, priva di intelligenza, forse addirittura immorale”.

Anton Pavlovič Čechov

Venerdì, 27 Ottobre 2017 00:00

Grazia Deledda, tra pagina e scena

Pubblicato in Teatro
Sabato, 22 Aprile 2017 00:00

Una cena pronta per un digiuno

Pubblicato in Teatro
Sabato, 25 Marzo 2017 00:00

Appunti su "Il giocatore"

Pubblicato in Teatro
Giovedì, 16 Febbraio 2017 00:00

Di quel cielo, di questo fondale

Pubblicato in Teatro
Martedì, 22 Novembre 2016 00:00

"Ma", la sillaba primitiva

Pubblicato in Teatro
Venerdì, 11 Novembre 2016 00:00

Tondelli e il teatro, in camere separate

Pubblicato in Teatro
Venerdì, 13 Novembre 2015 00:00

Lanterna nel buio

Pubblicato in Letteratura
Pagina 1 di 4

Sostieni


Facebook