“Ero concentrato più nel compiacere gli altri che nell'affermare me stesso e questa mia rinuncia sotterranea, silente, andava scavando dentro di me gallerie di frustrazione”

Fabrizio Coscia

Sabato, 22 Aprile 2017 00:00

Una cena pronta per un digiuno

Pubblicato in Teatro
Sabato, 25 Marzo 2017 00:00

Appunti su "Il giocatore"

Pubblicato in Teatro
Giovedì, 16 Febbraio 2017 00:00

Di quel cielo, di questo fondale

Pubblicato in Teatro
Martedì, 22 Novembre 2016 00:00

"Ma", la sillaba primitiva

Pubblicato in Teatro
Venerdì, 11 Novembre 2016 00:00

Tondelli e il teatro, in camere separate

Pubblicato in Teatro
Venerdì, 13 Novembre 2015 00:00

Lanterna nel buio

Pubblicato in Letteratura
Mercoledì, 14 Ottobre 2015 00:00

Inaspettato amore

Pubblicato in Teatro
Pagina 1 di 4

Sostieni


Facebook