“La sofferenza, il dolore sono l’inevitabile dovere di una coscienza generosa e d’un cuore profondo. Gli uomini veramente grandi, credo, debbono provare su questa terra una grande tristezza”

Fëdor Michajlovič Dostoevskij

Lunedì, 06 Aprile 2020 00:00

Tu

Scritto da 

Vaneggio tra quattro porte 
Chiuse dal mio Stato
D’emergenza invisibile


Solo e febbricitante
Ti richiamo dentro                      
E nel ricordo ritorni

Con la tua lingua
Che risponde alla mia
E risucchia ogni parola

Ripulendola 

Lascia un commento

Sostieni


Facebook