“Mi dici che non hai dormito bene. Ti confesso che nemmeno io. Hai passato una nottataccia. Anch'io. Siamo straordinariamente calmi e teneri l'un con l'altro come se avvertissimo il nostro traballante stato mentale. Come se ognuno sapesse cosa prova l'altro. Anche se, naturalmente, non lo sappiamo. Non lo si sa mai. Non importa. È la tenerezza che mi preme. È questo il dono che mi commuove e mi prende tutto questa mattina”

Raymond Carver

Lunedì, 06 Aprile 2020 00:00

Tu

Scritto da 

Vaneggio tra quattro porte 
Chiuse dal mio Stato
D’emergenza invisibile


Solo e febbricitante
Ti richiamo dentro                      
E nel ricordo ritorni

Con la tua lingua
Che risponde alla mia
E risucchia ogni parola

Ripulendola 

Lascia un commento

Sostieni


Facebook