"Era ancora il tempo degli artisti, nel senso che questa parola poteva avere nel lento crepuscolo del Novecento, quando un poeta, un pittore, un regista erano esseri umani investiti da una vocazione, e la loro vita non era un pettegolezzo, una delle tante variabili mercantili della celebrità, un'attraente carriera mondana, ma una storia vissuta ai limiti dell'umano, spremuta fino all'ultima goccia"

Emanuele Trevi

Domenica, 10 Marzo 2019 00:00

Percoto Introspettiva Pt. 23

Scritto da 

Percoto Introspettiva

Ministorie adolescenziali e non solo: introspettive, noir e surrealiste.
Ambientate nel cortile della Percoto e non solo e con i soliti protagonisti: Dario, Ale, Seo, Qualli ed altri...

 

 

Colloquio di lavoro. Parte Sedicesima

 
 
 
 

Soggetto & Sceneggiatura: Sergio Mastroianni e Alessandro Monaco
Matita, Penna Biro & China: Sergio Mastroianni


https://www.facebook.com/PercotoIntrospettiva



Dal locale per coppie clandestine Dario viene condotto oltre. Gli si affianca una giovane donna che con modi gentili lo invita ad attraversare la sala e a seguirlo sul retro. Sul retro del locale inizia un nuovo complesso di edifici fatto di lunghi porticati rinascimentali, completamente diverso dal casupolo in mezzo al bosco da cui la nuova storia sembra ripartire. Porticati che si affacciano su una serie di cortili interni, una specie di monastero o qualcosa di simile. Dario percorre le lunghe maniche dell'edificio sempre scortato dalla giovane donna di prima e incrocia altre persone che percorrono i porticati non del tutto consce della loro destinazione. Finalmente la manica dell’edificio percorsa da Dario sta per finire in faccia ad una cattedra occupata da un addetto. La gentile giovane donna che affianca Dario e che lo ha gentilmente scortato fino a questo punto invita Dario a consegnare il biglietto di carta che ha sempre tenuto fra le dita per tutto il tempo di questa vicenda alla persona seduta dietro la cattedra.

Lascia un commento

Sostieni


Facebook