“Napoli dimenticata entro un oceano di curve diafane, di verdi e molli fianchi, sullo sfondo pennicoli audaci, come sipari sempre tremanti, dietro cui va e viene una moltitudine di anime sottratta al tempo che spense la Grecia, gli Dei, Roma: anime che sanno ancora di tutto questo, e in più di corti spagnole”

Anna Maria Ortese

Domenica, 02 Dicembre 2018 00:00

Percoto Introspettiva Pt. 20

Scritto da 

Percoto Introspettiva

Ministorie adolescenziali e non solo: introspettive, noir e surrealiste.
Ambientate nel cortile della Percoto e non solo e con i soliti protagonisti: Dario, Ale, Seo, Qualli ed altri...

 

 

Colloquio di lavoro. Parte Tredicesima

 

Soggetto & Sceneggiatura: Sergio Mastroianni e Alessandro Monaco
Matita, Penna Biro & China: Sergio Mastroianni


https://www.facebook.com/PercotoIntrospettiva

 

 

Dario, tra lo stordito e il compiaciuto (con se stesso, naturalmente, per quanto riteneva di essere riuscito a raggiungere con le sue sole forze durante la giornata che stava trascorrendo), rimane seduto fronte al tavolo nel centro del soggiorno. Proprio in questo momento tutto l’appartamento abbandona le sue dimensioni planovolumetriche più classiche, larghezza, lunghezza, profondità e altezza per tramutarsi in uno stralcio di bosco nord europeo tutt’intorno. Sempre tra lo stordito e il compiaciuto, distogliendo finalmente lo sguardo dallo smartphone, approfondisce quello che gli sta capitando realmente senza rimanerne stupito. Anzi, in questa nuova scenografia surreale dove, assieme agli unici arredi caposaldi del soggiorno, un divano sgualcito, un tavolo e una sedia, si ritrova immerso, Dario ritrova lo slancio per schiodarsi dalla sua ultima posizione. Da dietro, un’altra persona lo attende circospetta con lo stesso biglietto in mano.

Lascia un commento

Sostieni


Facebook