“Uno scrittore dovrebbe vivere in provincia: non solo perché qui è più facile lavorare, perché c'è più calma e più tempo, ma anche perché la provincia è un campo di osservazione di prim'ordine. I fenomeni, sociali, umani e di costume, che altrove sono dispersi, lontani, spesso alterati, indecifrabili, qui li hai sottomano, compatti, vicini, esatti, reali”.

Luciano Bianciardi

Domenica, 02 Settembre 2018 00:00

Percoto Introspettiva Pt. 17

Scritto da 

Percoto Introspettiva

Ministorie adolescenziali e non solo: introspettive, noir e surrealiste.
Ambientate nel cortile della Percoto e non solo e con i soliti protagonisti: Dario, Ale, Seo, Qualli ed altri...

 



Colloquio di lavoro. Parte Decima

 
 


Soggetto & Sceneggiatura: Sergio Mastroianni e Alessandro Monaco
Matita, Penna Biro & China: Sergio Mastroianni


https://www.facebook.com/PercotoIntrospettiva


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



 



La porta aperta dell’alloggio spalancava davanti ai suoi occhi il soggiorno spoglio composto da un arredamento riciclato, ovvero un divano in pelle scura sgualcita, un’unica sedia essenziale e un tavolo ovalizzato. Sullo sfondo il balcone con la porta vetrata spalancata e la tenda sporca attaccata sopra che volteggiava in aria sollevata dalla corrente formatasi con l’apertura della porta d’ingresso. Sopra il tavolo ovalizzato un foglio di carta incompleto al cui angolo destro era stata intagliata via una porzione rettangolare di carta dalla forma e dimensioni simili al biglietto che gli era stato dato all’inizio e che teneva fra le dita. Un banale puzzle da ricomporre non in solitaria dato che in quell’alloggio sentiva di non essere l’unica presenza.

Lascia un commento

Sostieni


Facebook