“Ho forse dormito mentre gli altri stavano soffrendo? Sto forse dormendo in questo momento?”

Samuel Beckett; Aspettando Godot

Il Pickwick

Michel Leiris

"Lo tormentava un problema, che non gli lasciava tranquilla la coscienza e gli impediva di scrivere: forse ciò che avviene nel campo letterario è senza valore se rimane estetico, anodino, esente da sanzioni. se non c'è nullla, nello scrivere un'opera, di equivalente a quello che per il torero è il corno aguzzo di un toro (...). In realtà soltanto questo, per la minaccia materiale che rappresenta, conferisce un valore umano alla tauromachia, le impedisce d'essere unicamente grazia vana di ballerine".

Jim Jarmush

"Niente è originale. Ruba dappertutto qualsiasi cosa ti dia ispirazione o alimenti la tua immaginazione. Divora vecchi film, nuovi film, musica, libri, quadri, fotografie, poesie, sogni, conversazioni casuali, architettura, ponti, segnali stradali, alberi, nuvole, masse d’acqua, luce e ombra. Seleziona tra le cose da rubare solo ciò che parla direttamente alla tua anima. Se farai così, il tuo lavoro (e il tuo furto) saranno autentici. L’autenticità è senza prezzo, l’originalità non esiste. E non stare a preoccuparti di nascondere il tuo ladrocinio – onoralo se ti sembra il caso. E comunque ricorda sempre quello che ha detto Jean-Luc Godard: Non è da dove prendi le cose, è dove le porti."

Antonio Tabucchi

"La realtà passata è sempre meno peggio di quello che fu effettivamente: la memoria è una formidabile falsaria".

Aldous Huxley

"Ma questo è il prezzo che dobbiamo pagare alla stabilità. Bisogna scegliere tra la felicità e quello che la gente, un tempo, definiva 'arte alta'. Abbiamo sacrificato l'arte alta".

Guy de Maupassant

"Il talento proviene dall'originalità, che è un modo speciale di pensare, di vedere, di comprendere e di giudicare"

Jacques Derrida

"In ogni situazione occorre creare una modalità di esposizione appropriata, inventare la legge dell'evento singolare, tener conto del destinatario presunto o desiderato. Ogni libro è una pedagogia destinata a formare il suo lettore. Le produzioni editoriali di massa non formano i lettori, ma presuppongono in modo fantasmatico un lettore già programmato. Al punto che finiscono per dare forma a questo destinatario mediocre che hanno postulato".

Yoshida No Kaneyoshi (XIV secolo)

"Koyu, il religioso, dice: solo una persona di limitato intendimento desidera sistemare le cose in serie complete. Desiderabile è l'incompletezza. In ogni cosa l'uniformità è sconsigliabile. Un tempo era obbligatorio lasciare nei palazzi un'ala incompiuta. Senza eccezioni".

Marcel Proust

"Si è sempre bene ispirati quando si parla di ciò che si ama. La verità è che non si dovrebbe mai parlare d'altro".

Eugène Ionesco

"Se è assolutamente necessario che l'Arte o il Teatro servano a qualche cosa, dirò che dovrebbero servire a insegnare alla gente che ci sono attività che non servono a niente, e che è indispensabile che ce ne siano".

Valentino Ronchi

"I libri, in un certo senso, non stanno mai fermi. Se ne vanno in giro per la città, entrano nelle case, stanno bloccati magari per anni, per decenni, poi ripartono perché nessuno li può possedere per sempre, nessuno, nessuno può bloccarne il migrare, a meno di usare le maniere forti. Ma se un libro non lo annienti, prima o poi riparte, riprende il suo giro".

Sostieni


Facebook