“La storia è un profeta con lo sguardo rivolto all’indietro: da ciò che fu e contro ciò che fu annuncia ciò che sarà”

Eduardo Galeano

Il Pickwick

Guy de Maupassant

"Quali sono, infatti, le caratteristiche essenziali del critico? È necessario che, senza partito preso, senza preconcetti, senza teorie di scuola, senza legami con nessun gruppo di artisti, egli sappia capire, distinguere e spiegare le più opposte tendenze, i temperamenti più discordanti, ammettendo le ricerche artistiche più disparate".

Albert Camus

"Dopo una certa età ognuno è responsabile della sua faccia".

Franco Quadri

"E d'altronde di che critica resterà da parlare, se la critica viene mandata in pensione? Oggi la mancanza degli spazi, l'intempestività delle uscite, il disinteresse della direzione dei giornali costringono a reinventare il mestiere, come se il critico appartenesse a una razza destinata all'estinzione. Altro che gioia del racconto, se ti si chiede solo di rappezzare qualche notizia, di gonfiare la polemica e lo scandalo, di attutire la noia".

Michel Leiris

"Lo tormentava un problema, che non gli lasciava tranquilla la coscienza e gli impediva di scrivere: forse ciò che avviene nel campo letterario è senza valore se rimane estetico, anodino, esente da sanzioni. se non c'è nullla, nello scrivere un'opera, di equivalente a quello che per il torero è il corno aguzzo di un toro (...). In realtà soltanto questo, per la minaccia materiale che rappresenta, conferisce un valore umano alla tauromachia, le impedisce d'essere unicamente grazia vana di ballerine".

Jim Jarmush

"Niente è originale. Ruba dappertutto qualsiasi cosa ti dia ispirazione o alimenti la tua immaginazione. Divora vecchi film, nuovi film, musica, libri, quadri, fotografie, poesie, sogni, conversazioni casuali, architettura, ponti, segnali stradali, alberi, nuvole, masse d’acqua, luce e ombra. Seleziona tra le cose da rubare solo ciò che parla direttamente alla tua anima. Se farai così, il tuo lavoro (e il tuo furto) saranno autentici. L’autenticità è senza prezzo, l’originalità non esiste. E non stare a preoccuparti di nascondere il tuo ladrocinio – onoralo se ti sembra il caso. E comunque ricorda sempre quello che ha detto Jean-Luc Godard: Non è da dove prendi le cose, è dove le porti."

Antonio Tabucchi

"La realtà passata è sempre meno peggio di quello che fu effettivamente: la memoria è una formidabile falsaria".

Aldous Huxley

"Ma questo è il prezzo che dobbiamo pagare alla stabilità. Bisogna scegliere tra la felicità e quello che la gente, un tempo, definiva 'arte alta'. Abbiamo sacrificato l'arte alta".

Guy de Maupassant

"Il talento proviene dall'originalità, che è un modo speciale di pensare, di vedere, di comprendere e di giudicare"

Jacques Derrida

"In ogni situazione occorre creare una modalità di esposizione appropriata, inventare la legge dell'evento singolare, tener conto del destinatario presunto o desiderato. Ogni libro è una pedagogia destinata a formare il suo lettore. Le produzioni editoriali di massa non formano i lettori, ma presuppongono in modo fantasmatico un lettore già programmato. Al punto che finiscono per dare forma a questo destinatario mediocre che hanno postulato".

Yoshida No Kaneyoshi (XIV secolo)

"Koyu, il religioso, dice: solo una persona di limitato intendimento desidera sistemare le cose in serie complete. Desiderabile è l'incompletezza. In ogni cosa l'uniformità è sconsigliabile. Un tempo era obbligatorio lasciare nei palazzi un'ala incompiuta. Senza eccezioni".

Sostieni


Facebook