“La sofferenza, il dolore sono l’inevitabile dovere di una coscienza generosa e d’un cuore profondo. Gli uomini veramente grandi, credo, debbono provare su questa terra una grande tristezza”

Fëdor Michajlovič Dostoevskij

Il Pickwick

Roberto De Simone

"Le maschere esprimono profondamente la morte".

Saul Bellow

"Se sono matto, per me va benissimo, pensò Moses Herzog".

Roberto Bazlen

"Scoprimi, prima che io mi disperda completamente".

Anton Cechov

"Cara Linka, non mi abbandona il pensiero che io debbo, che io ho l'obbligo di scrivere. Scrivere, scrivere e scrivere. Ma poi non scrivo niente".

Charlie Chaplin

"In fondo, tutto è una farsa".

Tino Caspanello

"Iò non t'u sacciu diri. Pari... pari ch'i paroli n'e canusciu, mi pari chi n'avemu paroli pi ddiri chiddu chi pinzamu. Parramu, parramu e ittamu sulu aria: manciasti, durmisti, travagghiasti, si' stancu? A ddumani penza Diu. E ccu sti paroli ni inchemu a bbucca".

Charles Dickens

"Marley, tanto per cominciare, era morto. Su questo nessun dubbio".

Walter Benjamin

"È compito ben più arduo onorare la memoria delle persone senza nome che non delle persone celebri. La costruzione storica è consacrata alla memoria di coloro che non hanno nome".

Pietro Citati

"La critica è la più povera, avara, parassitaria fra tutte le arti. Riceviamo ricchezze immense, che dovrebbero trasformarci, e cosa diamo in cambio?"

George Steiner

"Il critico vive di seconda mano. Egli scrive su qualcosa. La poesia, il romanzo o il dramma bisogna darglieli; la critica esiste in virtù del genio altrui".

Sostieni


Facebook