“La sofferenza, il dolore sono l’inevitabile dovere di una coscienza generosa e d’un cuore profondo. Gli uomini veramente grandi, credo, debbono provare su questa terra una grande tristezza”

Fëdor Michajlovič Dostoevskij

Lunedì, 04 Gennaio 2021 00:00

Tossico

Scritto da 

Solo chi conosce la dipendenza
Sa cosa vuol dire farne senza
Di quel tepore che ti abbraccia
Ti consola e dolce ti protegge
Da ciò che non vuoi più vedere


Fino a che l’alternativa muta
Affanna a farsi strada cieca
Scossa da traumi e resistenza
Nel nuovo mondo sospeso
Dalla speranza che non regge

Pregando che sia sicuro Ora
Il porto ritrovato e saldo
Solo fino alle tempeste
Che la vita ci riporta

E solo il pianto
Sincero e vivo
Ci svuota
E dà la spinta
Per rimanere
A galla
Soli e pieni
A godere
Delle onde

Fino a quando?





In copertina:
L’homme qui marche
, di Alberto Giacometti

Lascia un commento

Sostieni


Facebook