“Quando tutto manca, quando tutto ci delude, quando tutto appare come una disfatta irreparabile, forse una sola cosa mi resta sempre: 'a voce. È questa, per me, il piccolo scoglio su cui mi ritiro davanti alla visione di perigliose acque da cui sono scampato”.

Enzo Moscato

Giovedì, 25 Luglio 2019 00:00

L’epoca del “gez”. Jazz e fascismo

Pubblicato in Musica
Giovedì, 26 Febbraio 2015 00:00

Corporeità e palingenesi

Pubblicato in Teatro
Martedì, 25 Novembre 2014 00:00

Tre punti sospensivi

Pubblicato in Teatro

Sostieni


Facebook