“La vita come deve si perpetua, dirama in mille rivoli. La madre spezza il pane tra i piccoli, alimenta il fuoco; la giornata scorre piena o uggiosa, arriva un forestiero, parte, cade neve, rischiara o un’acquerugiola di fine inverno soffoca le tinte, impregna scarpe e abiti, fa notte. È poco, d’altro non vi sono segni”

Mario Luzi

Letteratura

Letteratura La bottega dei libri

«Narravano che la più misteriosa tra le botteghe fosse la bottega dei libri: da essa pare venisse un diabolico miscuglio di trame e vicende che contagiava i passanti più frettolosi tramutandoli in lettori accaniti».

Sabato, 04 Giugno 2022 00:00

Tre poesie di Stefania Virgili

Scritto da

In questo testo intendo presentare tre liriche di Stefania Virgili, che sono pubblicate in alcune scelte antologiche. L'autrice scrive poesie da molti decenni mettendo in gioco un'attitudine radicata che rivela un talento sicuro in rapporto a questa pratica letteraria. Sulla base di tale attitudine, affinata attraverso la sua competenza nell'ambito delle lingue  e delle letterature straniere − che ha riversato nel suo insegnamento −, Stefania Virgili ha perseguito in modo costante il sentiero della propria passione, rimanendo ogni volta fedele ai richiami non eludibili espressi dal mondo interiore. Nonostante il rigore di una condotta che non si è avventurata nei luoghi deputati che possono assicurare il pubblico prestigio, Stefania ha conseguito riconoscimenti importanti nel premio di  poesia “Città di Livorno” e nel premio letterario “Maria Cumani Quasimodo”, ed ha ricevuto numerose menzioni d'onore in altri concorsi. Le poesie presentate in questo contesto costituiscono solo una parte delle liriche che l'autrice ha pubblicato in svariate selezioni antologiche; ma il corpus letterario di Stefania Virgili annovera un elevato numero di esemplari che in larga misura al momento attuale risultano inediti.

Giovedì, 02 Giugno 2022 00:00

Educare alla libertà

Scritto da

Massimo Diana, filosofo e psicanalista, nelle sue numerose pubblicazioni si è interessato della relazione reciproca tra religioni, pedagogia, psicologie del profondo e filosofie. Il suo ultimo lavoro, Unde malum?, indaga l’enigma della distruttività umana, come suggerisce il sottotitolo del volume da poco uscito presso le edizioni Mimesis.

Mercoledì, 18 Maggio 2022 00:00

Romanzo e racconto, tra distinzioni e risonanze

Scritto da

Se è vero che il romanzo è un genere letterario che si diffonde nell’Ottocento e si identifica con la cultura di allora, il racconto se ne discosta, eludendo il tentativo di uniformarsi alla cattura della storia o al suo tentativo. Il romanzo, in questo senso, è una disposizione di carattere borghese, nella quale si tenta, con un’adeguata corposità, di definire i tratti di una nazione, di un popolo, di una dinastia, una famiglia, oppure di un’eroina oppressa dal sistema patriarcale, attraverso il quale raggiungere le alte sfere, nel tentativo di tratteggiarne le peculiarità.

Martedì, 26 Aprile 2022 00:00

Tre poeti

Scritto da

L’editore milanese Marco Saya ha coraggiosamente scelto di dedicare la sua attività alla poesia, arte poco redditizia e di difficile divulgazione.

Giovedì, 14 Aprile 2022 00:00

Con Aram, in giro per il mondo

Scritto da

L’ultimo romanzo di Ezio Sinigaglia, da poco segnalato dalla Giuria dei Letterati per il Premio Campiello 2022, costituisce la seconda parte – l’altra metà, appunto – del precedente lavoro dell’autore, che recava come sottotitolo Warum e le avventure Conerotiche (Bari, Edizioni TerraRossa, 2021). Il protagonista è lo stesso: Warum, infatti, altro non è che un soprannome di Aram, qui definito santo per la predisposizione innata ad attirare fedeli, adepti al suo personalissimo culto. Predisposizione che, di fatto, si rivelerà vacua, in quanto tutti i suoi devoti finiranno per abbandonarlo, in un modo o nell’altro, per un motivo o per un altro, lasciandolo solo con il fantasma sterile della propria inutile santità.

Mercoledì, 23 Marzo 2022 00:00

Scrivere di scrittori

Scritto da

Il testo di Elio Pecora, come indica il titolo, ospita tre monologhi, i quali hanno al centro le figure di Sandro Penna, Elsa Morante e Juan Rodolfo Wilcock. Attraverso una struttura assai originale, a cavallo tra il teatro e la prosa, Pecora ci descrive una sua personale lettura del mondo interiore di questi noti personaggi letterari.

Senza il mio nome di Adriana Gloria Marigo è una raccolta di poesie che richiede l’esercizio di una lettura che sappia cogliere l’istanza lirica dentro il rigore di una scrittura contratta ed espansa; e questo è dovuto alla misura di un punto di vista che penetra negli interstizi delle parvenze cosmiche, mettendole in luce attraverso una serie di scorci provvisti di risonanze grandiose e passaggi obliqui – o quasi, pertugi e strettoie che provvedono un alveo rovente, in grado di veicolare la materia sonora mediante uno sguardo diretto a un punto di vista assoluto.

Una questione privata è una breve opera di Beppe Fenoglio, parzialmente autobiografica e ambientata durante la Resistenza. Frutto di più stesure, è caratterizzata da molteplici riferimenti letterari e musicali.

Martedì, 01 Marzo 2022 00:00

Il suono irradiante della poesia

Scritto da

Più denso e concentrato, più meditato formalmente e ricco di tensioni emotive di quanto non siano le ultime pubblicazioni apparse nell’einaudiana collana bianca di poesia, l’esile volume di versi di Silvia Bre (Bergamo, 1953), pluripremiata poeta e traduttrice soprattutto dall’inglese, si presta a svariate intuizioni critiche.

Il maestro del romanzo vuoto e Pierrot e l’asino di Buridano, di Giuseppe Donateo, sono due romanzi si basano su una riflessione diretta all’istanza del romanzo stesso, nonché relativa alla crisi della sua composizione; e tale riflessione è un pretesto per rappresentare diverse vicende intrecciate o sovrapposte e alternate fra loro, che riguardano da un lato la circostanza di base, e da un altro lato il romanzo nel romanzo – o il racconto nel racconto.

Martedì, 15 Febbraio 2022 00:00

Nietzsche: solo giullare! Solo poeta!

Scritto da

Le poesie di Friedrich Nietzsche (Röcken, 1844 − Weimar, 1900) pubblicate da Feltrinelli in edizione economica nel 2019, con l’approfondito commento della curatrice Susanna Mati, sono presentate in ordine cronologico di composizione, seguendo l’edizione critica di Colli-Montanari del 1967.

Mercoledì, 02 Febbraio 2022 00:00

Della poesia e dei suoi manifesti

Scritto da

La ricerca di Loris Tassi sulle produzioni letterarie meno note di Vicente Huidobro porta alla pubblicazione di un terzo volume: dopo la pièce teatrale Sulla Luna e il romanzo gotico-fantastico Cagliostro, la collana “Gli eccentrici” di Arcoiris ci propone Manifesti (1925), una raccolta che contiene riflessioni sull’arte poetica e alcune brevi prose liriche.

Martedì, 11 Gennaio 2022 00:00

Negli inferi con Baldomero Lillo

Scritto da

Un filone di ricerca della collana “Gli eccentrici” di Arcoiris riguarda la letteratura latinoamericana pubblicata tra la fine del XIX e la prima metà del XX secolo e incentrata su alcune problematiche della cultura politica e sociale del continente.

Mercoledì, 15 Dicembre 2021 00:00

Un genio ribelle e sfortunato

Scritto da

“Questa è la storia di Évariste Galois, genio della matematica che morì in duello a vent’anni”. Così, in una scarna frasetta, lo scrittore francese François-Henri Désérable condensa nel Prologo la vita del protagonista del suo libro, biografia romanzata di un personaggio storico e leggendario insieme. Cos’altro si potrebbe dire, infatti di un’esistenza racchiusa nel breve scorcio di due date: 1811-1832?

Sabato, 04 Dicembre 2021 00:00

Riscattare Scampia

Scritto da

L’orrore e la bellezza è il titolo che Davide Cerullo ha voluto dare al suo ultimo libro, storia della sua vita e del luogo in cui è nato e cresciuto: Scampia.
L’orrore è quello conosciuto dalla nascita, in un ambiente violento e degradato che l’ha tragicamente condizionato, costringendolo a scelte sbagliate, allo spaccio e poi al carcere; la bellezza (“un altrove possibile”) è stata determinata invece dalla sua rinascita esistenziale e culturale, ostinatamente perseguita, fino al raggiungimento del ruolo oggi riconosciutogli di scrittore, educatore, fotografo.

Pagina 1 di 27

Sostieni


Facebook