“D'un tratto, per qualche motivo imponderabile, mi sentii profondamente addolorato per lui e bramai di poter dire qualcosa di reale, qualcosa con ali e cuore, ma gli uccelli che desideravo si posarono sul mio capo soltanto più tardi quando fui solo e non avevo più bisogno di parole”.

Vladimir Nabokov

Mercoledì, 14 Ottobre 2015 00:00

Cinque giorni con Danio Manfredini

Pubblicato in Teatro
Venerdì, 25 Settembre 2015 00:00

Alice e la guerra fiorita

Pubblicato in Teatro
Martedì, 12 Maggio 2015 00:00

"Samuel": meglio il silenzio

Pubblicato in Teatro
Domenica, 25 Gennaio 2015 00:00

Performance = vita

Pubblicato in Teatro
Mercoledì, 27 Agosto 2014 00:00

Voguing e post-modern dance

Pubblicato in Teatro
Lunedì, 25 Agosto 2014 00:00

Le corde di Goya

Pubblicato in Teatro
Venerdì, 19 Luglio 2013 02:00

"Maratona" Bausch al San Carlo di Napoli

Pubblicato in Teatro
Pagina 2 di 3

Sostieni


Facebook