“Čechov ha introdotto nei suoi racconti milioni di persone di tutte le classi, ceti, età, da vero democratico, lo capite? Da vero democratico! Nessuno, neanche Tolstoj, ha detto con tanta chiarezza: noi tutti, prima di ogni altra cosa, siamo uomini, capite? Uomini, uomini, uomini. Solo in un secondo tempo siamo vescovi, bottegai, possidenti, operai. Gli uomini sono buoni o cattivi non in quanto vescovi o operai, ma in quanto uomini”

Vasilij Grossman

Giovedì, 26 Novembre 2015 00:00

Stando ai margini di un giardino di ciliegi

Pubblicato in Teatro
Mercoledì, 14 Ottobre 2015 00:00

Inaspettato amore

Pubblicato in Teatro
Giovedì, 12 Febbraio 2015 00:00

Montaggio teatrale

Pubblicato in Teatro
Venerdì, 30 Gennaio 2015 00:00

Ti amo

Pubblicato in Teatro
Martedì, 29 Aprile 2014 00:00

Il pasto della guerra

Pubblicato in Teatro

Sostieni


Facebook