“Čechov ha introdotto nei suoi racconti milioni di persone di tutte le classi, ceti, età, da vero democratico, lo capite? Da vero democratico! Nessuno, neanche Tolstoj, ha detto con tanta chiarezza: noi tutti, prima di ogni altra cosa, siamo uomini, capite? Uomini, uomini, uomini. Solo in un secondo tempo siamo vescovi, bottegai, possidenti, operai. Gli uomini sono buoni o cattivi non in quanto vescovi o operai, ma in quanto uomini”

Vasilij Grossman

Venerdì, 10 Aprile 2020 00:00

Ascoltami

Pubblicato in Teatro
Venerdì, 23 Febbraio 2018 00:00

Chiaromonte, un quaderno e due attori

Pubblicato in Teatro
Venerdì, 28 Aprile 2017 00:00

Specchio esistenziale

Pubblicato in Teatro
Mercoledì, 20 Aprile 2016 00:00

Sulla miseria del teatro

Pubblicato in Teatro
Martedì, 12 Aprile 2016 00:00

Nuovo teatro made in Naples?

Pubblicato in Teatro
Pagina 1 di 2

Sostieni


Facebook