“se ne restò a guardare, che stupido, Dio mio, che stupido”

Nicola Pugliese

Domenica, 20 Giugno 2021 00:00

Ernesto Tatafiore

Scritto da 

“Il tentativo del poeta di rendersi invisibile; seduto in mezzo agli altri, d’un tratto vola via”

Altro in questa categoria: « Ocean Vuong Vladimir Nabokov »

Lascia un commento

Sostieni


Facebook