“D'un tratto, per qualche motivo imponderabile, mi sentii profondamente addolorato per lui e bramai di poter dire qualcosa di reale, qualcosa con ali e cuore, ma gli uccelli che desideravo si posarono sul mio capo soltanto più tardi quando fui solo e non avevo più bisogno di parole”.

Vladimir Nabokov

Mercoledì, 20 Marzo 2013 21:54

Fine della ricreazione

Pubblicato in Marzo 2013
Martedì, 19 Marzo 2013 09:31

Il paradigma della città dei suoni

Pubblicato in Marzo 2013
Domenica, 10 Marzo 2013 23:41

Un colpo alla botte

Pubblicato in Marzo 2013
Domenica, 03 Marzo 2013 14:49

Dopo la rivoluzione

Pubblicato in Marzo 2013
Martedì, 26 Febbraio 2013 23:17

La signora in bianco

Pubblicato in Febbraio 2013
Lunedì, 25 Febbraio 2013 18:11

Chi è l'altro? L'inferno!

Pubblicato in Febbraio 2013
Lunedì, 18 Febbraio 2013 08:30

La fuga, la luna e la tempesta

Pubblicato in Febbraio 2013
Mercoledì, 06 Febbraio 2013 07:59

L'attesa ed il molteplice

Pubblicato in Febbraio 2013
Giovedì, 17 Gennaio 2013 22:30

Ballando sulla Catastrofe

Pubblicato in Gennaio 2013
Lunedì, 14 Gennaio 2013 11:43

Drammaturgia informale

Pubblicato in Gennaio 2013
Pagina 6 di 7

Sostieni


Facebook