“Sì, dimenticheranno. È il nostro destino, non ci si può fare nulla. Ciò che a noi sembra serio, significativo, molto importante, col passare del tempo sarà dimenticato o sembrerà irrilevante. Ed è curioso che noi oggi non possiamo assolutamente sapere che cosa domani sarà ritenuto sublime, importante e cosa meschino, ridicolo. E la nostra vita, che oggi viviamo con tanta naturalezza, apparirà col tempo strana e scomoda, priva di intelligenza, forse addirittura immorale”.

Anton Pavlovič Čechov

Domenica, 30 Agosto 2015 00:00

Naturalmente T.M.O.

Scritto da 

Arriva dalla Sicilia e vuole affascinare il pubblico con testi intimi e una musica leggera che strizza l'occhio agli anni '90: la Turi Mangano Orchestra si presenta al pubblico con l'EP dal titolo Naturale. Il disco è senz'altro un esordio maturo, solido, che segue una direzione ben precisa e definita, forse anche grazie all'esperienza della cantante e pianista Rosa Mangano (qualcuno forse la ricorda come Rosa Virtuale), che presta la sua voce ai testi di Marco Annichiarico, scivolando sulle note della piccola orchestra composta da Emanuele Torre (chitarre), Ennio Corica (batteria) e Gianluca Saporita (basso).

Le sette tracce del disco nascono dall'incontro tra un poeta, una cantante-che-non-cantava-più e tre ragazzi del Conservatorio di Messina, e il frutto di questa collaborazione è una musica fondamentalmente poco invadente, tranquilla, ideale in un ozioso pomeriggio domenicale o durante uno di quei silenziosi e lunghi viaggi in treno. Chitarre, piano e basso non infastidiscono, sembrano volere accarezzare l'orecchio dell'ascoltatore più che attrarre la sua attenzione, come se dicessero "ehi, sono qui, se vuoi, ascoltami". Musica e voce si armonizzano molto bene in pezzi delicati e di compagnia, dall'animo un po' indie, un po' rock venato di musica pop, semplice e quasi "nudo". Non ci sono fronzoli o orpelli, tutto viene mantenuto semplice, come i testi: quartine e terzine che raccontano immagini bucoliche, tra nuvole, carovane che compiono metaforici viaggi e gechi che corrono sui muri. Parole che cercano di dipingere immagini dal sapore agreste, piccole cose messe sotto la lente d'ingrandimento della canzone, momenti di respiro legati gli uni agli altri dal fil ruoge di essere cose belle perché semplici.
La cosa più interessante dell'EP potrebbe essere il brano-omaggio a Lou Reed, scritto "montando" i titoli di venticinque brani del rocker scomparso il 27 ottobre del 2013. Un esperimento, secondo me, riuscito in parte: se da un lato la T.M.O. riesce a dare vita a un buon lavoro di cut-up (la tecnica letteraria che prende un testo, lo tagliuzza e poi mescola i vari frammenti, per dare vita a un nuovo testo che non ha per forza un filo logico o una sintassi corretta, ma conserva comunque un certo livello di senso che non è sempre comprensibile), dall'altro manca un po' quel pizzico di Reed che ci si aspetterebbe in un brano che porta il suo nome, la musica non segue le promesse delle parole, rimanendo nell'atmosfera sognante che caratterizza tutto l'EP.

 

 

 

 

Naturale Ep
T.M.O. Turi Mangano Orchestra
voce, tastiere, pianoforte Rosa Mangano
chitarre Emanuele Torre
basso Gianluca Saporita
batteria Ennio Corica
testi Marco Annicchiarico
etichetta Tu.Ma. Records
foto Michela D'Amico
tracklist: 1. Naturale; 2. L'assenza; 3. Lou Reed; 4. Il geco; 4. Carovane; 6. Pesci; 7. Irene

1 commento

  • Link al commento HaroSopDaupt Giovedì, 28 Settembre 2017 15:03 inviato da HaroSopDaupt

    Cialis Le Moins Cher Immigrer Au Canada Direct Worldwide Progesterone Best Website In Canada Cheapeast Clomid Glucophage Effets Secondaires [url=http://tadalaf20mg.com ]buy cialis[/url] Levitra O Viagra

Lascia un commento

Sostieni


Facebook