“Dico sul serio. Riconosco il talento quando lo vedo, anche se a me manca. Quando recitavamo a Praga nel 1911 e nessuno aveva mai sentito parlare di Kafka, lui venne dietro le quinte e appena lo vidi capii che mi trovavo in presenza di un genio. Ne sentivo l’odore, proprio come un gatto sente l’odore del topo. Così è cominciata la nostra grande amicizia”.

Isaac Bashevis Singer (su Franz Kafka)

Giovedì, 21 Maggio 2020 00:00

“Macello”: il riff e la mannaia

Pubblicato in Musica
Venerdì, 12 Aprile 2019 00:00

Macellai

Pubblicato in Letteratura

Sostieni


Facebook