“Uno scrittore dovrebbe vivere in provincia: non solo perché qui è più facile lavorare, perché c'è più calma e più tempo, ma anche perché la provincia è un campo di osservazione di prim'ordine. I fenomeni, sociali, umani e di costume, che altrove sono dispersi, lontani, spesso alterati, indecifrabili, qui li hai sottomano, compatti, vicini, esatti, reali”.

Luciano Bianciardi

Mercoledì, 17 Luglio 2019 00:00

Viaggio nella letteratura noir

Pubblicato in Letteratura
Giovedì, 24 Luglio 2014 00:00

Improvvisamente, un assassino

Pubblicato in Teatro
Domenica, 02 Febbraio 2014 00:00

“Oltre l’Isola” di Concetta De Pasquale

Pubblicato in Arte
Mercoledì, 11 Dicembre 2013 00:00

L’ospite inatteso si vede ma non si sente

Pubblicato in Teatro
Martedì, 23 Luglio 2013 02:00

L'ultimo canto del pagliaccio

Pubblicato in Teatro
Giovedì, 20 Giugno 2013 02:00

È stato il maggiordomo

Pubblicato in Espressioni

Sostieni


Facebook