“La gran parte degli editori non crede per niente alla letteratura, non crede negli scrittori, non rede in niente fuorché nel commercio e negli affari”

Da una lettera di Lucio Mastronardi a Guido Davico Bonino

Sostieni


Facebook