“La vita come deve si perpetua, dirama in mille rivoli. La madre spezza il pane tra i piccoli, alimenta il fuoco; la giornata scorre piena o uggiosa, arriva un forestiero, parte, cade neve, rischiara o un’acquerugiola di fine inverno soffoca le tinte, impregna scarpe e abiti, fa notte. È poco, d’altro non vi sono segni”

Mario Luzi

Sabato, 28 Settembre 2013 02:00

Le signorine di Avignone

Scritto da 

- Quanto tempo in posa per quel Picasso!
- E che nasi! Addio, clienti affezionati!
- Avrei preferito un altro pennello.
- Ma che dite? Dal bordello alla storia!
- Mai s’è vista lira da fama postuma.

Altro in questa categoria: Una festa quasi perfetta »

Lascia un commento

Sostieni


Facebook