“La vita come deve si perpetua, dirama in mille rivoli. La madre spezza il pane tra i piccoli, alimenta il fuoco; la giornata scorre piena o uggiosa, arriva un forestiero, parte, cade neve, rischiara o un’acquerugiola di fine inverno soffoca le tinte, impregna scarpe e abiti, fa notte. È poco, d’altro non vi sono segni”

Mario Luzi

Stampa questa pagina
Domenica, 11 Luglio 2021 00:00

I dubbi, le incertezze?

Scritto da 

I dubbi, le incertezze?
Timide e infantili
diplomazie dell’ambizione.

Ma ora che ho perso
ogni lotta possibile
(incluse, mannaggia,
le speranze di saggezza)
e la rabbia è incandescente
ma non scalda,
sto passando da nevrotico,
un poco infreddolito,
centomila giorni
di spazio catatonico.


In questo vuoto così torpido,
in questo nulla così vasto
che sembra quasi il tutto, l’infinito,
potrei scegliere davvero la pace dell’oblio.
Invece m’accanisco, con la collera alla bocca
– e senza più
la minima incertezza –,
a sbatacchiare capocciate
sulle porte dell’inferno:
i disperati
bussano così.

Sostieni


Facebook