“se ne restò a guardare, che stupido, Dio mio, che stupido”

Nicola Pugliese

Pietro Pancamo

Trattatello

PREFAZIONE:
le parole seguenti
sono un fango di cellule nervose,
tenute insieme dal silenzio.

Tito Pioli e la caustica difesa dell’idioma

Un romanzo coraggioso, dalla fantasia ica(u)stica, si spinge avanti in un futuro non lontano, per descrivere un’Italia allo sbando: infatti la nostra Penisola, in preda ad un’invasione economica “sferrata” dalla Cina, si crogiola suina in un’ignoranza dilagante che, pur vergognosa, è ormai assurta nella vita di tutti (giovani e adulti) a simbolo d’appartenenza nazionale e, dunque, a motivo d’orgoglio collettivo.

Come un bimbo già torpido di rancore

Come un bimbo già torpido di rancore,
sono esploso all’ennesimo insulto,
per collassare, lo vedi,
sul sistema nervoso (ovvio: è il mio nucleo...).

I dubbi, le incertezze?

I dubbi, le incertezze?
Timide e infantili
diplomazie dell’ambizione.

Tu, che ristabilisci

Tu, che ristabilisci l’alleanza originaria
(sì, quella con Noè);

Forse il tempo è l’onda d’urto del Big Bang

Forse il tempo è l’onda d’urto del Big Bang
(e l’ira, l’onda d’urto dell’odio).
Forse il corpo è il marchio di Caino,
la stella di David (o meglio di Adamo)

I sogni quantici da cui discendo

Mi parlano così i sogni quantici da cui discendo:

Rimorso

[...] con “materia oscura” si definisce un’ipotetica componente di materia che, diversamente dalla materia conosciuta,
non emetterebbe radiazione elettromagnetica e sarebbe attualmente rilevabile solo in modo indiretto attraverso i suoi effetti gravitazionali. [...]
Il concetto di materia oscura ha senso all’interno dell’attuale modello standard della cosmologia, basato sul Big Bang, per due ragioni fondamentali:
1)
non si potrebbe altrimenti spiegare la formazione di galassie e ammassi di galassie nel tempo calcolato dall’evento iniziale del Big Bang stesso
2)
in uno scenario cosmologico come l’attuale, che prevede come unica forza cosmologica la gravità, non si spiegherebbe come le galassie si possano mantenere integre, dato che la materia visibile […] non è in grado di sviluppare una sufficiente attrazione gravitazionale.
(Dal sito it.m.wikipedia.org)


“Il più grande piacere della mia vita è quando mi ascolto parlare”
(Sheldon Cooper, dalla serie televisiva The Big Bang Theory)

 


 

Con le mani appoggiate sulla balaustra, Sceldoni scrutò giù verso il fiume.

Virus

Son timido a tal punto che da bambino avevo paura di tutto. Ad esempio mi ero convinto che il vecchio con la slitta, cioè il matusalemme che a Natale porta renne e strenne in ogni dove, fosse in realtà un vampiro.
“Già, mi sa proprio che è un nosferatu, quindi in pratica uno zombie, esattamente come Dracula” – riflettevo – “Da centinaia d’anni a consegnare i doni è sempre lui, infatti. E poi perché li distribuisce solo di notte?”.

Un marito esemplare

Ad un cenno del giudice l’avvocato si alzò.
“Ebbene lo ammettiamo” – esordì – “Due anni orsono, il dieci luglio 1978, fu per un passeggero ed effimero sussulto di brutalità che il mio cliente tempestò la moglie di pugni. Tuttavia, signori della Corte, egli si è subito ravveduto.

Pagina 1 di 3

Sostieni


Facebook