“Un dio è l’uomo quando sogna, un mendicante quando riflette”

Friedrich Hölderlin

Espressioni

Extra La locanda delle chiacchiere

«Il viaggio s’arresta in una locanda: scoppietta la fiamma, una musica dice il suo tono, il bisbiglio di voci vi domina legando i tavoli ai tavoli, gli uomini agli uomini. È qui che i racconti s’incontrano».

Venerdì, 26 Giugno 2020 00:00

InFLOencer: la “Primavera” del Napoli

Scritto da
Vi siete mai chiesti quanto c’è di falso in quello che raccontano le persone intorno a voi, o in quello che raccontate voi stessi? Attenzione. Non sto parlando di bugie dette consapevolmente per salvare la pelle, per rimorchiare o per fare bella figura a lavoro. E non sto nemmeno parlando del cosiddetto pallista seriale − esemplare fungoso che cresce e si moltiplica dappertutto − che spara fesserie a ruota libera per abitudine.
Venerdì, 19 Giugno 2020 00:00

InFLOencer: la solita estate meravigliosa

Scritto da

Ed eccomi qui, come ogni principio d’estate, a trafficare con la valigia, tra costumi da bagno, qualche libro che devo finire e il solito golfino di filo. Perché, come direbbe mia madre, la sera scende sempre l’umidità. Sul mio blocchetto c’è una lista di cose da non dimenticare, a caratteri cubitali c’è scritto “scarpe chiuse”, con la bellezza di tre punti esclamativi.

Giovedì, 18 Giugno 2020 00:00

BLM e cultura digitale

Scritto da

Siamo tutti a conoscenza di quello che sta succedendo in America in seguito alla morte di George Floyd. Non solo abbiamo letto molteplici racconti di questi eventi, ma siamo probabilmente tutti stati colpiti dai numerosi video sul comportamento brutale della polizia. Ironia della sorte: l’onnipresenza delle telecamere nella nostra società, tipicamente associata a una forma di controllo e oppressione del potere, viene usata come il più prezioso strumento per delegittimare il potere e denunciarne i metodi antidemocratici.

Venerdì, 12 Giugno 2020 00:00

InFLOencer: Elide, le pappardelle e i divi del cinema

Scritto da

L’Autostrada del Sole negli ultimi anni l’avrò percorsa centinaia di volte. Con i miei musicisti l’abbiamo fatta tutta d’un fiato di notte tornando da Torino e incontrando l’alba all’altezza de “La Macchia” o a passo d’uomo, a causa di una nevicata imprevista, di ritorno dalle Marche. Conosco tutti i suoi segreti: gli Autogrill sempre affollati e quelli con le panche e i giardinetti, quelli con i bagni puliti e quelli dove è meglio non fermarsi. Conosco tutte le trattorie in prossimità degli svincoli e le loro specialità.

Venerdì, 05 Giugno 2020 00:00

InFLOencer: cari adolescenti, vi odio

Scritto da

Non ho mai sopportato gli adolescenti. L’adolescenza come stagione della vita, sì. L’adolescenza come tematica romanzesca e poetica, pure. Ma l’adolescenza intesa come individui reali, che incontri per strada, in ascensore o in metropolitana, quella no.

Venerdì, 29 Maggio 2020 00:00

InFLOencer: quel “Selfie”... tutto per me

Scritto da

− Hai visto Selfie di Agostino Ferrente?
− No.
− Devi vederlo. È incredibile.
− Ok, ci vado stasera.
Questi i messaggini tra me e una mia amica da Milano. È una scrittrice, ha l’occhio lungo per queste cose, quindi se garantiva lei, non me ne sarei pentita.

Venerdì, 22 Maggio 2020 00:00

InFLOencer: uno spettacolo... necessario!

Scritto da

Era l’alba di lunedì, quando ho ricevuto un incoraggiante messaggio di buongiorno, con annesso link all’ultimo decreto del Governo. Forse chi me lo inviava voleva farmi cosa gradita e invece, man mano che leggevo, iniziavo a impanicarmi. Pare che il Premier Conte, detto Clooney da me e le mie amiche, abbia fissato al 15 giugno 2020 la ripresa degli spettacoli, a patto che ci siano posti a sedere, distanziamento, scafandro, guanti, etc...

Mercoledì, 20 Maggio 2020 00:00

Di padre in figlio: piccola epopea sentimentale

Scritto da

Oggi sono giusto otto anni: il 20 maggio del 2012 il Napoli guidato in panchina da Walter Mazzarri alzava al cielo la Coppa Italia: 2 a 0 alla Juventus nella finale secca di Roma; trofeo minore, senz’altro, ma in ogni caso il primo titolo messo in bacheca dalla SSC Napoli dai tempi di Diego Armando Maradona. Per ritrovare un Napoli che conseguiva una vittoria che arricchisse la bacheca bisognava risalire a ritroso fino al 1° settembre del 1990 e alla Supercoppa Italiana, vinta sommergendo anche quella volta – e anche quella volta in sfida secca – la Juve al San Paolo con un sonoro 5 a 1.

Lunedì, 18 Maggio 2020 00:00

Questione di virus

Scritto da

Un infinito natale mi ha dato il buongiorno ogni giorno dal 9 marzo. Stesso nucleo familiare, pigro nel risveglio mattutino e indaffarato intorno ai riti dei pasti e del dopo pasto alla riscoperta di giochi e cruciverba o di solitari notturni col sottofondo della radio, senza fretta, assecondando la personale propensione al nottambulismo in quella zona della notte che sa placare le ansie da dovere.

Venerdì, 15 Maggio 2020 00:00

InFLOencer: la soluzione alternativa

Scritto da

“Nessun maggior dolore che ricordarsi del tempo felice nella miseria” diceva Dante. E come al solito aveva ragione. A me capita la sera, dopo aver lavato i piatti e i denti, quando mi affaccio alla finestra e, pensando ai concerti, ai palchi e ai viaggi insieme ai miei musicisti, mi prende una malinconia infinita. Tuttavia, da perfetta masochista, non mi assento mai a questo appuntamento con la storia e qualche sera fa, facendo zapping tra i ricordi, ho ritrovato alcuni fotogrammi assurdi che credevo rimossi.

Venerdì, 08 Maggio 2020 00:00

InFLOencer: lunga vita ai piacioni

Scritto da

In questo articolo non è stata mai usata l’espressione “L’amore ai tempi del Corona”, andate tranquilli. Marquez nella tomba si è già rivoltato parecchio ultimamente. Qui siamo sul genere “Signorina Cuorinfranti” – che poi era un uomo – quando dal New York Post rispondeva ai malati d’amore. Legittimo o fedifrago, tra congiunti e disgiunti, che stava per nascere o stava alla frutta, l’amore in quarantena si è prodotto in numerose combinazioni, che per brevità sintetizzo in quattro gruppi esemplari.

Venerdì, 01 Maggio 2020 00:00

InFLOencer: dal paradiso dei calzini a quello dei blog

Scritto da

Nel 2008 usciva il settimo disco di Vinicio Capossela dal titolo Da solo. Alcuni lo definirono un déjà-vu, mentre a me è piaciuto. Meno di altri, ma mi è piaciuto. Poi non è che uno può sfornare capolavori come pizze da asporto nella fase due. La canzone simbolo dell’album è Il paradiso dei calzini.

Pagina 2 di 13

Sostieni


Facebook