“Dico sul serio. Riconosco il talento quando lo vedo, anche se a me manca. Quando recitavamo a Praga nel 1911 e nessuno aveva mai sentito parlare di Kafka, lui venne dietro le quinte e appena lo vidi capii che mi trovavo in presenza di un genio. Ne sentivo l’odore, proprio come un gatto sente l’odore del topo. Così è cominciata la nostra grande amicizia”.

Isaac Bashevis Singer (su Franz Kafka)

Martedì, 27 Dicembre 2016 00:00

La magia eterna del Natale e della parola

Pubblicato in Teatro
Venerdì, 15 Luglio 2016 00:00

E tu, Viskovitz, quale bestia sei?

Pubblicato in Teatro
Domenica, 29 Dicembre 2013 00:00

Dickens, il racconto e il teatro

Pubblicato in Teatro
Lunedì, 28 Ottobre 2013 01:00

Potenza del narratore

Pubblicato in Teatro
Venerdì, 22 Marzo 2013 10:29

Un camaleonte, l'attore

Pubblicato in Marzo 2013

Sostieni


Facebook