“In coscienza, Kàtja, non lo so”.

Anton Pavlovič Čechov

Martedì, 29 Ottobre 2019 00:00

Franco Scaldati

Scritto da 

“La bellezza è degli sconfitti. Il futuro non è dei vincitori, è di chi ha la capacità di vivere. E chi ha la capacità di vivere, di essere totalmente se stesso, è inevitabilmente sconfitto. È qui il seme che si crea e si traduce in futuro, vita: una sconfitta di straordinaria bellezza. Le facce degli sconfitti, le loro voci, continuano ad esistere. Sono i vincitori che non esisteranno più. Questo è il grande splendore dell'esistenza”.

Lascia un commento

Sostieni


Facebook