“Sii dolce con me. Sii gentile. È breve il tempo che resta. Poi saremo scie luminosissime. E quanta nostalgia avremo dell’umano”.

Mariangela Gualtieri

Luigi Di Razza

Alla corte di Riccardo III

"Sai, oggi sono stato alla corte di Riccardo III d'Inghilterra. Il sovrano del quale scrisse Shakespeare, che fece rinchiudere il fratello nella Torre di Londra, usurpandone successivamente il trono. Quello gobbo, zoppo, con il braccio avvizzito che uccideva chiunque ostacolasse i suoi piani!". Immagino così la scena. Due ragazzi che discutono animatamente su un evento storico rivissuto con i propri occhi il giorno precedente. Se solo fosse possibile tornare indietro nel tempo.

Siamo davvero quello che mangiamo?

Siete mai stati veramente innamorati? Di qualcuno, di qualcosa, di un ideale, di un sogno. Innamorarsi richiede molto coraggio e non sempre succede così all'improvviso, come nei film. Non esiste una definizione che possa spiegare universalmente cosa significhi amare veramente, i sentimenti non sono mai gli stessi, ognuno ama a modo suo, in maniera differente a seconda del proprio modo di essere.

“The Wolf of Wall Street”: lupus mutat pilum, non mentem

Il lupo perde il pelo, ma non il vizio. I proverbi, almeno così si dice, sbagliano raramente. Perdere un vizio non è semplice. Sbagliando non sempre si impara. Jordan Belfort, il protagonista del nuovo film di Martin Scorsese, è la sintesi perfetta del famoso proverbio latino. Vent’anni e poco più, apprendista broker a Wall Street, figlio di due commercialisti, novello sposo ed uno spiccato senso per gli affari.
Nel suo cassetto un solo sogno: diventare milionario, a qualsiasi costo.

Tonino Napoli – Zero a zero: quando un punto vale una condanna

Nella vita, come nel calcio, pareggiare a volte non basta.
Molto spesso il pareggio può diventare un’amara sconfitta, a seconda degli obiettivi che ci si è preposti a inizio stagione. Pareggiare nella partita più importante, dunque, può equivalere alla partita della vita.

“Il capitale umano”: l’effetto liquirizia su una società contemporanea in crisi

Il capitale umano non è la solita commedia all’italiana, né tanto meno il caratteristico e improponibile film natalizio che ormai troppo spesso riempie i botteghini della nostra penisola.
Non è un film drammatico o un banale thriller familiare.
Tante, le vite che abilmente si intrecciano in piccole storie, per ricongiungersi nel tanto atteso epilogo.

Sostieni


Facebook