“Nonna Citta muore addrìtta. Si curva mentre esala l'ultimo respiro ma non cade. La sua è una morte in dialetto. Assurda e volgare. I quattro superstiti, sbandando, vengono verso di noi. Il sole è ormai calato e l'uscio dove imperterriti stanno è il proscenio del teatro che li tiene prigionieri. Spalancano la bocca ma il loro urlo è muto. Sembra, piuttosto, uno sbadiglio”

Emma Dante

Mercoledì, 12 Maggio 2021 00:00

“Tolo Tolo” in mezzo al mare

Pubblicato in Cinema
Giovedì, 19 Ottobre 2017 00:00

Seminare legalità, raccogliere teatro

Pubblicato in Teatro
Giovedì, 20 Luglio 2017 00:00

Il passato che precipita nel presente

Pubblicato in Teatro
Giovedì, 17 Novembre 2016 14:02

Europe, Around the Borders

Pubblicato in Arte
Venerdì, 06 Novembre 2015 00:00

Metti quattro sere, in anni diversi

Pubblicato in Teatro
Domenica, 18 Ottobre 2015 00:00

Chiaroscuro

Sabato, 21 Marzo 2015 00:00

Un animo in movimento

Pubblicato in Teatro
Giovedì, 17 Ottobre 2013 02:00

Il Mediterraneo, padre e madre

Pubblicato in Teatro

Sostieni


Facebook